mercoledì 11 giugno 2008

Le cinque Repubbliche Marinare

Ebbene sì, erano diversi giorni che mi arrovellava questo dubbio: quante erano le Repubbliche Marinare? Alle volte i ricordi scolastici si annebbiano in un mondo pieno di elenchi di cose da ricordare e così mi ero fissato che fossero cinque invece che quattro. Quindi cominciavo a percorrere mentalmente le coste dello Stivale ed elencavo: Genova, Pisa, Amalfi, Venezia... Ogni volta che arrivavo a Venezia mi chiedevo "e poi?"


Finché mi sono deciso a controllare. Effettivamente erano quattro in Italia, ma diventano effettivamente cinque se contiamo Ragusa in Dalmazia.


Forse mi ero fissato con il cinque pensando ai cambiamenti climatici in atto e quindi pensando mentalmente alle cinque stagioni dell'anno, come fece quel personaggio politico che diversi anni fa parlò in un discorso delle nove province sarde. Ora per fargli quasi un piacere sono diventate otto, come i nani di Biancaneve: Dotto, Eolo, Pisolo, Gongolo, Brontolo, Cucciolo, Mammolo e... Silviolo.


Abituati ad obbedire ai nove Comandamenti, capita a volte di dimenticare qualcosa

4 commenti:

  1. utente anonimo11 giugno 2008 20:21

    umpf, quella sopra ero io.
    monè

    RispondiElimina
  2. utente anonimo11 giugno 2008 20:21

    ecco, vedi? Non si finisce mai di imparare....

    RispondiElimina
  3. utente anonimo15 giugno 2008 18:33

    Hai anche un blog dedicato alla Sardegna!
    Che bell'onore!
    Grazie.
    Sempre ..."Esse.comesono"

    RispondiElimina
  4. E' vero, non ci avevo mai pensato!!! E comunque i comandamenti sono 11...undicesimo ricordati sempre di farti gli affari tuoi!!! Bacibaci!

    RispondiElimina